Quanto costa la risonanza magnetica?

 Quanto costa la risonanza magnetica?

La risonanza magnetica è un esame di tipo radiologico che permette ai medici di analizzare lo stato di salute del nostro corpo grazie ai campi magnetici e alle onde radio. E’ uno strumento che fornisce nell’immediato immagini tridimensionali, chiare e dettagliate, dell’anatomia interna (organi, tessuti e sistema scheletrico) di una determinata area del corpo umano, rendendolo un test di assoluta rilevanza in numerosi campi della medicina.

Essendo una procedura di radiologia, effettuabile nella maggior parte degli ospedali e delle cliniche, la sua esecuzione e l’interpretazione dei risultati da essa derivanti spettano a un medico radiologo.

Come viene eseguita

Prima di essere sottoposti a RM, al paziente viene fatto indossare un camice da ospedale o indumenti senza cerniere metalliche. Inoltre, i medici si devono anche accertare che il paziente in questione non sia portatore di dispositivi o frammenti di natura metallica, quali per esempio pacemaker, neurostimolatori, clip intracraniche per un aneurisma cerebrale, apparecchi acustici, protesi metalliche o altri. Successivamente il paziente viene fatto distendere su un lettino scorrevole in un grande tubo simile a un tunnel.

Alcuni test richiedono un colorante speciale (mezzo di contrasto) che, il più delle volte, viene somministrato attraverso una vena della mano o dell’avambraccio poco prima dell’esame. Questo mezzo di contrasto aiuta il radiologo a vedere in modo più dettagliato le immagini in merito a vasi sanguigni e organi interni del soggetto interessato.

Piccoli dispositivi, chiamati bobine, possono essere posizionati intorno alla testa, al braccio o alla gamba o intorno ad altre aree da controllare. Questi aiutano a inviare e ricevere onde radio e migliorano la qualità delle immagini.

Durante la risonanza magnetica, il medico radiologo che utilizza la macchina avvia la procedura da un’altra stanza e guida il paziente con una comunicazione a distanza. Non appena il paziente è in posizione e dichiara di trovarsi a suo agio, il tecnico radiologo lo spinge all’interno dell’apparecchiatura, sfruttando il lettino scorrevole su cui si trova, e dà avvio alla raccolta delle immagini. L’esame dura solitamente dai 30 ai 60 minuti, ma potrebbe essere necessario più tempo.

Costo della Risonanza Magnetica

Il costo della Risonanza Magnetica può variare in base al proprio reddito se parliamo di ospedali o strutture convenzionate con il Sistema Sanitario Nazionale (SSN): in alcuni regioni il suo prezzo è di 36,15 euro per i redditi inferiori a 36.152 euro, di 50 euro per i redditi compresi tra 36.153 e 100.000 euro e di 70 euro per i redditi superiori a 100.000 euro. Diversamente, per le Risonanza Magnetiche eseguite in cliniche o strutture private, il costo varia moltissimo e può andare da un minimo di 100 euro a un massimo di 1200 euro per risonanze più complesse.

Esiste inoltre la possibilità di esenzione totale dal pagamento per quei pazienti portatori di patologie particolari come malattie rare, invalidità, gravidanza, diagnosi precoce di tumori o soggetti affetti da malattie croniche. Ad essere esenti sono anche tutti i cittadini di età inferiore a sei anni e superiore a sessantacinque anni, appartenenti ad un nucleo familiare con reddito annuo complessivo non superiore a 36.151,98 euro; disoccupati e loro familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito annuo complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico; titolari di pensioni sociali e loro familiari a carico; titolari di pensioni al minimo di età superiore a sessant’anni e loro familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito annuo complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge e in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico.

Related post