Perché il cane trema

 Perché il cane trema

Capita spesso di vedere i nostri amici a quattro zampe in preda a strani tremori. Quando si tratta di tremori lievi‚ di breve durate e occasionali, non c’è nulla di cui preoccuparsi. Altre volte‚ invece, il tremore può essere lungo ed intenso, tanto da spaventare il padrone.

Ma perché il cane trema? Le motivazioni più comuni sono legate a specifici  stati d’animo, come paura, ansia o anche eccitazione. I due punti focali da osservare sono la coda e le orecchie. In quest’ottica, il tremore, è un atteggiamento che può essere riscontrato in qualsiasi esemplare, a prescindere da età o razza.

Altre volte significa che il cane ha freddo. Fattore cui si può porre rimedio facilmente, ma è necessario intervenire con rapidità. Infine, ci possono essere motivazioni prettamente fisiche che causano il tremore nel cane.

Il cane trema: le cause

Quindi, con l’aiuto del team di animaledomestico.net vediamo quali possono essere tutte le cause che portano il cane a tremare, tolte quelle emozionali:

  • il freddo; sì anche i cani sentono freddo
  • le medicine; leggendo attentamente il foglietto illustrativo si può scoprire che l’assunzione di quel medicinale porta il cane ad avere dei tremori
  • la vecchiaia; se il vostro cane anziano trema è più che normale. E’ una condizione comune ai cani di una certa età
  • la febbre; il veterinario misura la febbre al vostro cane e in base alla temperatura corporea può avere dei tremori
  • fastidi muscolari; l’affaticamento porta talvolta al tremore dei muscoli, ma anche l’eccessiva sedentarietà
  • disturbi neurologici; patologie come l’epilessia
  • dolore acuto; se il cane avverte un forte dolore può manifestare dei tremori

Se avete il dubbio fondato che il tremore nel vostro cane sia dovuto a motivi fisici, è bene consultare il veterinario. Per un dolore muscolare, probabilmente vi verrà consigliato un tutore, magari accompagnato da qualche esercizio mirato. Per i disturbi neurologici, servirà un trattamento farmacologico.

Solo il veterinario può, a seguito di una visita approfondita, stabilire i motivi che scatenano il tremolio. Successivamente può consigliarvi la cura migliore, in modo che il cane diminuisca o smetta di tremare.

Ci sono però delle situazioni in cui, invece, potete intervenire voi. Vediamo quali.

Le basse temperature esterne

Partiamo proprio da quella che è la causa più banale che può indurre il tremore nel cane, e di cui magari non sempre il padrone si accorge immediatamente. Se state passeggiando con il vostro cane in inverno e lo vedete tremare, è perché la sua temperatura corporea interna si è abbassata.

E’ vero che gli animali sono più adatti alla vita all’aria aperta rispetto all’uomo, ma non tutti sono uguali. I cani con pelo folto, originari di Paesi freddi, possono gestire bene le temperature basse. Ma cagnolini piccoli a pelo rasato,  le cui origini affondano in zone calde – pensiamo ai Chihuahua messicani – soffrono parecchio.

Rimedi

Gli animali – ma in fondo anche gli essere umani – hanno sempre bisogno di stare all’aperto, anche col brutto tempo. Basta prendere i giusti accorgimenti. Non a caso si vedono molti cani indossare i cappottini, più o meno simpatici, più o meno eleganti.

Se anche il vostro cane inizia a tremare appena finito l’autunno, alle porte dell’inverno, non aspettate, regalategli un maglioncino.

Proprio come in casa si usa un plaid, anche fuori ne ha bisogno, anzi molto più bisogno.

Il clima rigido invernale in Italia raggiunge lo zero e spesso la temperatura va sotto; se non volete che il cane tremi durante l’intera passeggiata mattutina e serale, mettetegli un impermeabile.

Si può capire se il cane ha freddo, se manifesta questi sintomi, in aggiunta al tremore:

  • adotta una postura rigida, bloccando la coda
  • mostra un temperamento irrequieto, non si sta trovando a proprio agio

Se vi capita di trovarvi in questa situazione e non avete nulla con cui coprirlo,  prendete in braccio il vostro animale, se la taglia e il peso lo consentono, e rientrate a casa. Così, il cane ha modo di ritrovare il suo microclima interiore e di sentirsi meglio in generale. Osservandolo, vi accorgete che ha smesso di tremare, allora è solo freddoloso e necessita di un indumento invernale. Nulla di più semplice e scontato, parecchi cani soffrono il freddo. “Un cane non può avere freddo” è un falso mito che va sfatato.

Stati emotivi

Di nuovo, una risposta fisica comune a quella dell’essere umano: chi ha paura, trema. Vale per l’uomo, come per il proprio animale domestico.

Negli stati d’ansia e di timore, il cane assume una posizione chiusa, rimane raccolto e accovacciato. La coda è nascosta e le orecchie sono appiccicate alla testa o in tensione all’indietro. Se al vostro rientro a casa, dopo un’intera giornata di lavoro, in cui il vostro cane è rimasto da solo, lo trovate che: trema e mostra segni di paura, potrebbe aver combinato qualche guaio in casa ed è consapevole che verrà sgridato.

Se il cane trema per paura, perché ha timore di qualcosa che vede o sente, non va spaventato ulteriormente. Magari voi non riuscite a individuare la fonte di tale ansia, ma potete intervenire ugualmente. Probabilmente, ciò che lo spaventa è qualcosa che il padrone considera assolutamente normale, come il campanello o il citofono di casa che suonano, o un motorino che passa rombando. Magari col tempo, l’animale si abituerà a certe situazioni, ma tutto sarà più facile con il vostro intervento.

Rimedi

Agite con pazienza, accompagnando il cane verso ciò che teme, senza fretta. Cercate di comunicare un senso di tranquillità; se vi spazientite perché avete perso il conto delle volte in cui avete dovuto calmarlo per il rumore dell’aspirapolvere, il cane assocerà questo stato di tensione alla situazione stessa, rinforzando la propria paura. Deve imparare a fidarsi seguendo un vostro atteggiamento positivo e propositivo. Gradualmente smetterà di tremare.

Quando potete, eliminate la fonte di stress, come potrebbe essere un timer troppo acuto. Ma ricordate che questa non è una soluzione sempre applicabile. Se il vostro cane comincia a tremare appena imboccate la strada del veterinario, capendo dove lo state portando, non potrete cedere. Dovrete accompagnarlo nelle sue paure.

Related post