Marchi Streetwear: quali sono i migliori

 Marchi Streetwear: quali sono i migliori

Sono molti i brand che contraddistinguono la linea di abbigliamento Streetwear. Uno stile casual nato ormai alla fine degli anni 70 e che, ancora oggi, resiste e si rinnova. Molte marche, infatti, propongono i loro articoli e dettano le nuove mode del momento, anticipando quelle che verranno con idee innovative e all’avanguardia.

Se anche tu stai cercando di capire quali siano i migliori marchi streetwear, sei nel posto giusto. In questo articolo vedremo quali brand rappresentano al meglio lo spirito di questo tipo di abbigliamento; parleremo di quelli più conosciuti, di come siano stati in grado di rinnovarsi nel corso del tempo e daremo uno sguardo ai “nuovi arrivati”.

Supreme

Famoso brand americano nato nel ‘94. La caratteristica che più lo contraddistingue è che è allo stesso tempo una curiosità riguardo la sua storia, è che il fondatore cominciò, in realtà, disegnando prodotti per gli skater. Nel corso degli anni, però, grazie anche alle numerose collaborazioni con marchi più noti, Supreme si è inserita con prepotenza nella vendita di abiti Streetwear e, oggi, rappresenta uno dei marchi più conosciuti in tutto il mondo. I prezzi competitivi, uniti al fatto che gli abiti Supreme sono tra i più indossati tra gli influencer, hanno contribuito in maniera drastica alla sua veloce scalata verso la vetta dei marchi Streetwear.

Carhartt

Anche Carhartt trae le sue origini da un abbigliamento che ha davvero poco a che fare con lo Streetwear. Parliamo, infatti, di abiti da lavoro, settore in cui questo brand è stato sempre tra i primi nel mercato con linee create appositamente per essere resistenti. Verso la fine degli anni 80, però, Carhartt decide di rinnovarsi e si rivolge a un tipo di pubblico diverso. Comincia a coinvolgere i più giovani, che da subito apprezzano il marchio e le sue linee di abbigliamento. Con la linea Work in Progress, Carhartt diventa Carhartt WIP e conquista una nuova fetta di mercato in poco tempo.

Stussy

Nasce dall’idea di Shawn Stussy, che gestiva un negozio di tavole da surf. Shawn, vedendo che il suo negozio faceva buoni affari, decise, nel 1982, di creare delle magliette. Da qual momento non si è più fermato ed è riuscito a dare vita a una linea iconica che è sicuramente tra le più utilizzate, in particolare tra i giovani.

Oggi l’azienda viene gestita dal suo socio storico, Sinatra Jr, che non ha certo fatto rimpiangere l’uscita di scena di Shawn Stussy. C’è anche chi afferma che lo stile Streetwear sia effettivamente nato grazie proprio al contributo di questo marchio che, nel corso degli anni, ne è diventato un vero punto di riferimento.

A Bathing Ape

Ci spostiamo dalle assolate spiagge californiane ai paesaggi più tradizionali del Giappone. A Bathing Ape, conosciuto anche come BAPE, nasce proprio a Tokyo. All’inizio era solo un piccolo negozio nel quartiere di Ura-Harajuku, ma con il tempo questo marchio è riuscito a espandersi in tutto il mondo, acquisendo fama e aprendo store in tutte le più famose città. Non solo Streetwear, ma molti capi che possono essere indossati da chiunque, lo hanno reso uno dei marchi più in voga all’inizio del nuovo millennio. Oggi, il suo logo iconico resiste al tempo nonostante il marchio sia stato acquisito da una società finanziaria.

County of Milan

Il suo fondatore è argentino e si chiama Marcelo Burlon. Da giovane si trasferisce in Italia con la sua famiglia, precisamente nelle Marche. È però il trasferimento definitivo a Milano a farlo entrare in contatto con la movida della città e a spingerlo a creare un suo brand. Particolarmente attivo nella produzione di T-shirt, ha fatto diventare il suo brand un vero e proprio punto di riferimento nella produzione di questi capi, che dominano la scena underground e sono molto utilizzate da rapper, influencer e personaggi dello spettacolo.

Off-White

Questo brand è in realtà una “costola” do County of Milan. Marcelo Burlon ne detiene, infatti, una quota rilevante. Zaini, felpe e scarpe del marchio Off-White sono immediatamente riconoscibili grazie allo stile artistico “Arrows”, composto da quattro frecce che vanno in direzioni opposte ai quattro angoli di un quadrato. Nella scena Urban, nonostante sia nato da poco, è un brand ormai già affermato tra i più giovani e tra gli influencer milanesi. Non a caso, le collaborazioni con brand più famosi effettuate negli ultimi anni sono state numerose.

Nike

Nike non ha certamente bisogno di presentazioni. È probabilmente il brand più conosciuto al mondo in ambito moda e abbigliamento. Da sempre famoso per la produzione di calzature, Nike si è saputo rinnovare entrando di diritto anche nella vendita di altri tipi di abbigliamento sportivo. Questi capi, col tempo, hanno segnato l’inizio di vere e proprie mode che hanno dominato la scena urban e underground, americana prima, mondiale poi. I testimonial e le sponsorizzazioni ormai non si contano più per questo marchio,che è certamente destinato a durare nel tempo e ad essere il punto di riferimento per tutti gli altri brand Streetwear.

Heron Preston

Tutto nasce dal genio creativo dell’artista Heron Preston Jhonson che da giovanissimo entra nel mondo della moda disegnando una serie di magliette a tema ambientale, realizzate con materiali a basso impatto. È grazie all’esperienza lavorativa in Nike, però, che Heron acquista visibilità tra i grandi marchi e nel 2017 decide di lanciarsi nel mondo della moda con il suo personale marchio. Ma le collaborazioni con i grandi marchi, che ancora apprezzano il suo disegno, non sono ancora finite. Sono recenti, infatti, le famose partnership con NASA e Google.

Battenwear

Marchio sicuramente ancora giovane. La sua nascita è datata 2011, ma in questo poco tempo è riuscita ad affermarsi come una delle realtà emergenti più promettenti. Il suo ideatore è giapponese, si chiama Shinya Hasegawa ma si è trasferito in America quando era molto giovane. Il suo stile è immediatamente riconoscibile, perché si ispira agi abiti di fine anni Sessanta e anni Settanta che indossavano i surfer e i primi skater. Sono quindi abiti molto dalla linea semplice, spesso proposti in colorazioni chiare e accese.

Related post