Come lucidare il parquet

 Come lucidare il parquet

Il parquet è una tipologia di pavimento molto amata. Costoso, delicato, magari un po’ fastidioso da pulire, ma bello oltre ogni ragionevole aspettativa, capace di conferire alla casa ed agli ambienti in generale un aspetto caldo e confortevole. E poi, caratteristica tipica del legno in tutte le sue declinazioni, ideale per isolare l’appartamento tanto dal punto di vista termico quanto dal punto di vista acustico.

Insomma: ti piace il parquet ma non vuoi installarlo in casa perché temi di non saperlo lucidare a dovere? Te lo sei ritrovato nell’appartamento che hai appena acquistato ed adesso temi di non poterlo “mantenere in salute”? Sei capitato nel posto giusto: nelle prossime righe ti daremo qualche utile consiglio in proposito.

Lucidare il parquet: ecco come farlo

Mettiti l’anima in pace: lucidare il parquet è uno step da compiere soltanto dopo esserti dedicata anima e corpo alla pulizia dello stesso. Tranquilla però: se la cosa può suonare come lunga e faticosa (un tempo lo era veramente), in realtà le cose non stanno esattamente così. Armati di un bel panno elettrostatico e comincia a pulire: in poco tempo avrai ottenuto risultati degni di nota. Ricorda che l’operazione, a prescindere dalla lucidatura, va comunque eseguita tutti i giorni.

Superato questo step, passiamo al lavaggio della superficie. Sappi che il legno è un materiale al contempo robusto e delicato. Per mantenerlo in salute perciò non potrai di certo lavarlo con i detersivi che useresti su altre superfici, anzi, dovrai evitarli come la peste, soprattutto nel caso della candeggina e dei prodotti a base alcolica.

Dovrai usare invece detergenti specifici o, meglio ancora, acqua tiepida arricchita da alcune gocce di aceto bianco e sapone di Marsiglia. In questo modo sarai certa di poter sgrassare ed igienizzare a fondo il pavimento, di rimuovere persino delle macchie dalle superfici, senza però danneggiare il tuo prezioso parquet. In alternativa potrai utilizzare una soluzione di acqua calda e tè verde o, se preferisci, acqua calda e comune sapone per piatti. Una volta eseguita anche la fase di lavaggio, potrai passare allo step finale: lucidare il parquet. Altre informazioni qui

Lucidare il parquet: consigli e suggerimenti

Vogliamo sottolinearlo ancora una volta: non potrai lucidare il parquet senza aver prima provveduto alla sua pulizia ed aver verificato che sia del tutto asciutto. Ma cosa utilizzerai per lucidarlo? Beh, nella maggior parte dei casi si ricorre a prodotti naturali: dalla cera all’olio di olive miscelato con dell’aceto di mele o del succo di limone. In alternativa potrai anche preparare in casa un detergente lucidante. Allo scopo unisci un bicchiere di olio di lino ad una decina di gocce di succo di limone. Miscela con un paio di cucchiai di cera d’api in scaglie e, per profumare un po’, unisci qualche goccia di olio essenziale di limone ed arancio.

Un’ulteriore alternativa potrebbe essere quella di far bollire un litro di birra unita ad un cucchiaio di zucchero e due di cera, lasciar quindi raffreddare e mettere in posa sul parquet. Una volta che tutto sarà asciutto, basterà lucidare passando sulla superficie una pezzuola di camoscio. Quale che sia il metodo che utilizzerai per lucidare il tuo parquet ricorda: mai ricorrere a pezze, spugne e stracci realizzati in materiale abrasivo. Agisci sempre delicatamente e proteggi a priori le superfici utilizzando feltrini sotto le sedie e tappeti nei punti di passaggio.

Related post